Cessione del quinto per un matrimonio: come funziona?

Cessione del quinto per un matrimonio: come funziona?

L’organizzazione di un matrimonio richiede tempo e denaro. Non sempre la disponibilità economica della coppia di quasi sposi è sufficiente a coprire tutte le spese per la celebrazione.

Per questo motivo, è possibile richiedere la cessione del quinto per il matrimonio.

 

Tale prestito è garantito dall’Inps e ne possono beneficiare solo i privati cittadini che possiedono un contratto stabile e ricevono uno stipendio fisso.

 

Inoltre, essendo un finanziamento non finalizzato, non vi è l’obbligo e la necessità di dichiarare in quale modo verrà utilizzato il denaro concesso.

 

Questa tipologia di prestito è caratterizzata da un’estrema versatilità e comodità.

Tra i vari vantaggi, vi è anche la possibilità di rinnovare la cessione del quinto.

L’art. 39 della Legge 180/1950, infatti, ha permesso per primo la possibilità di allungare la durata del prestito, ottenendo anche nuova liquidità.

 

Scegliendo il rinnovo della cessione del quinto, si avranno due opzioni:

– pagare le rate pari allo stesso importo;

– diminuirle in base al debito rimanente da estinguere.

 

È importante ricordare che ci sono però dei criteri da rispettare se si vuole procedere con il rinnovo:

– se l’accordo sottoscritto è di 120 mesi, per avere diritto al rinnovo è necessario che sia richiesto dopo il 48° mese;

– se l’accordo è, invece, di una durata pari o inferiore a 60 mesi, è possibile richiedere il rinnovo dopo aver coperto il 40% del debito.

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-color: #934090;background-size: initial;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: initial;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}